I fattori che spingono i giovani alla criminalità.

I fattori che spingono i giovani alla criminalità.

Bentornati in questo nuovo spazio divulgativo, che non vuole essere di campo tecnico, quanto più il mio punto di vista e le mie conoscenze in merito a quanto ho vissuto all’interno dei corsi svolti, dei miei studi individuali e dei testi letti, propedeutici alle tematiche trattate all’interno dei miei romanzi. Si tratta di considerazioni prettamente personali che non vogliono essere di insegnamento a nessuno, ma semplicemente un’esposizione del mio punto di vista sugli argomenti che più mi appassionano.

 

Ormai sappiamo quanto oggigiorno in un contesto sociale che tende a mettere i giovani in competizione fra loro, si creino delle condizioni eticamente e moralmente scorrette che oltre a deviare il modello comunicativo, gravano anche sulla condotta del soggetto, portandolo a commettere gesti penalmente rilevanti e perseguibili.

Lettura della devianza:

  • Manifestazioni aggressive verso la società adulta
  • Disadattamento sociale e disprezzo verso la società consumistica
  • Tendenza ad acquisire comportamenti autodistruttivi
  • Elevato bisogno di protagonismo e di competere con i coetanei
  • Vandalismo e ribellione verso le ordinarie forme d’espressione d’ordine

 

ℚ𝕌𝔸𝕃𝕀 𝕊𝕆ℕ𝕆 𝕀 𝔽𝔸𝕋𝕋𝕆ℝ𝕀?

 

  • Adolescenza:

Fase evolutiva in realtà molto delicata già di per sé, infatti non bisogna confondere il fisiologico desiderio di trasgredire dell’adolescente e la “patologia” dell’azione deviante che può mettere a rischio la sua crescita fisica, psicologica e sociale. Difatti i comportamenti antisociali messi in atto dall’adolescente, costituiscono molto spesso un incidente nel percorso evolutivo.

  • Trasgressività adolescenziale:

Un adolescente che trasgredisce in un contesto ancora socialmente accettabile non è da attribuire a una mancanza di cognizione nella legge penale o di scarsa politica morale, piuttosto da una difficoltà di sviluppo cognitivo e da disagi relazionali, dall’impulsività dei desideri e dalle carenti capacità di controllo. I comportamenti penalmente perseguibili invece, sono un altro paio di maniche. Qui troviamo carenza soprattutto di freni inibitori insieme a un concetto di distruttività.

  • Desiderio di protagonismo e ricerca di sensazioni forti:

Nell’adolescenza il bisogno di farsi notare, di spiccare in un gruppo di pari è molto più forte e istintivo. Pur di apparire visibili in un contesto che tende a ignorarli, molti giovani ricorrono alla violenza per ottenere questo famoso ruolo da protagonista sul palcoscenico della realtà collettiva.

  • La sfida:

La trasgressione è vissuta dagli adolescenti come un atto ANTICONFORMISTICO e di sfida alle ordinarie convenzioni sociali, in modo da poter avere la stima del gruppo e dei coetanei. Nella loro ideologia, commettere reati o comportamenti rischiosi, rende estremamente originali e in quella situazione mentale è quello che conta maggiormente.

  • Ambiente sociale e familiare:

Statisticamente parlando, la periferia è lo spazio urbano in cui si verificano più facilmente le condizioni negative che portano alla devianza giovanile. Sicuramente la provenienza da famiglie con problemi socio-economici e relazionali può essere un fattore di rischio.

 

Nella società moderna secondo me ci sono fin troppi buoni propositi, ma mancano la forza e le azioni per costituire davvero un ordine stabile e sicuro per poter affrontare al meglio una fase evolutiva che in un modo o nell’altro tutti viviamo. Ai ragazzi manca il sostegno e la fermezza di una comunità che crede in loro e che gli dia spunti sani di crescita e di perseveranza. Al posto di questi, si sta creando un circolo vizioso, fatto di esibizionismo e superficialità che li sta portando esclusivamente a cercare una fama e una somiglianza con persone con cui non si relazioneranno mai, invece di aiutarli a creare una propria identità e a scovare il proprio posto nel mondo.

 

I due grandi problemi dell’adolescenza sono: trovarsi un posto nella società e, allo stesso tempo, trovare se stessi.
(Bruno Bettelheim)

 

 

 

Acconsenti all'utilizzo dei cookie da parte di questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi